Psy-FAQ

In questa pagina diamo spazio a tutte quelle numerose domande e piccole curiosità sul meraviglioso ma complesso mondo della psicologia.

Quando rivolgersi a uno psicologo?


Non esiste un unico motivo che induce una persona a rivolgersi a uno psicologo. Le motivazioni alla base di una richiesta di sostegno e supporto psicologico, infatti, possono essere molteplici e anche molto diverse tra loro. Vediamone alcune.

  • Quando si avverte disagio e sofferenza o quando emozioni, come tristezza, rabbia, paura, colpa e così via, e sintomi iniziano a far sentire in modo marcato la loro presenza causando, in questo modo, disagio psicologico.
  • Quando si sta attraversando un particolare momento o fase della propria vita che ha rotto un equilibrio preesistente e che, dunque, richiede di affrontare un cambiamento e di costruire un nuovo equilibrio.
  • Quando si sta affrontando un momento particolarmente stressante della propria vita o a seguito di un evento traumatico recente o passato che impedisce di vivere con serenità il presente.
  • Per migliorare la qualità della propria vita, per capire qualcosa in più su di sé e sulle proprie relazioni e per migliorarsi e rafforzarsi in qualche aspetto.
Se vuoi capire meglio come scegliere lo psicologo, leggi l'articolo che ho scritto sul blog.




Qual è la differenza tra psicologo, psicoterapeuta e psichiatra?


PSICOLOGO: è un professionista che, dopo aver conseguito una laurea magistrale in psicologia, ha superato positivamente l'esame di stato conseguendo, così, l'abilitazione all'esercizio della professione psicologica. É, dunque, iscritto all'Albo professionale degli Psicologi. Svolge percorsi di supporto psicologico e sostegno alla genitorialità, attività di prevenzione e promozione delle risorse in diversi ambiti, attività di diagnosi e attività di ricerca. PSICOTERAPEUTA: è un professionista che, dopo aver conseguito una laurea in psicologia e aver superato positivamente l'esame di stato conseguendo, così, l'abilitazione all'esercizio della professione psicologica, ha anche intrapreso un percorso di specializzazione in psicoterapia frequentando una scuola quadriennale certificata dal MIUR. Ha, dunque, conseguito, così, anche l'abilitazione all'esercizio della professione psicoterapeutica. Realizza percorsi di psicoterapia. PSICHIATRA: è un professionista laureato in medicina e specilizzato in psichiatria, che, in quanto medico, può prescrivere farmaci. Se ha intrapreso anche un percorso di specializzazione in psicoterapia, frequentando una scuola quadriennale certificata dal MIUR, che gli ha consentito di ottenere l'abilitazione all'esercizio della professione psicoterapeutica, oltre che psichiatra, è anche psicoterapeuta.




Quanto costa andare da uno psicologo?


L'onorario di uno psicologo tiene conto del Tariffario Professionale degli Psicologi . Il costo, inoltre, può variare in base al tipo di intervento richiesto, a seconda che si tratti di un percorso di sostegno psicologico, una psicoterapia individuale, un percorso di sostegno alla genitorialità o un percorso per l'orientamento scolastico e professionale. La determinazione dell'onorario tiene conto anche della situazione sociale e della condizione economica del cliente. SOSTEGNO PSICOLOGICO INDIVIDUALE: primo colloquio - 6 0€ sostegno - 6 0€ SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÁ: primo colloquio - 6 0€ sostegno - 60€ TERAPIA ONLINE: primo colloquio - 45€ terapia - 45€ PERCORSO PER L'ORIENTAMENTO SCOLASTICO/PROFESSIONALE: prezzo da definire in base alle necessità del cliente.




Quanto dura un percorso psicologico?


Il primo aspetto da tenere in considerazione è il fatto che la durata di un percorso psicologico può variare in base alla tipologia di intervento richiesto. La durata, inoltre, dipende anche dalla situazione, dagli obiettivi e dalle necessità della persona che si rivolge allo psicologo. Tuttavia, nel corso dei colloqui, delineando il progetto di intervento e specificando gli obiettivi, è possibile definire meglio, insieme al cliente, la possibile durata del percorso.